Ripristinare il bootloader di Windows 7

Avete voluto provare Linux, vi siete “pentiti” e non ne potete più di quella schermata che ogni volta che accendete il computer vi chiede quale sistema operativo avviare?

Tranquilli, non dovrete formattare, basterà riparare il bootloader.

La seguente procedura vi consente di ripristinare il bootloader di Windows 7 e necessita del supporto di installazione dello stesso (dvd o pendrive usb).

Inserire il supporto di installazione di Windows7 facendo in modo che il computer faccia il boot da lì anzichè dal vostro hard disk. In altre parole dovrete far finta di dover reinstallare Windows7, anche se la procedura ovviamente non sarà la stessa.

Quando vi comparirà questa schermata premete Avanti:

Immagine

Vi comparirà quest’altra schermata che vi è già familiare, dove stavolta però dovrete scegliere la voce “Ripristina il computer“:

Immagine

Il vostro computer “macinerà” un pò finchè non vi comparirà una schermata di questo tipo:

Selezionate la partizione su cui è installato il vostro Windows7 e premete Avanti.

Vi comparirà questa finestra da cui dovrete scegliere la voce “Prompt dei comandi“:

A questo punto basterà digitare i seguenti comandi, ciascuno seguito dalla pressione del tasto invio:

bootrec /fixboot

bootrec /fixmbr

Avete già finito, chiudete la finestra del Prompt dei comandi, premete Riavvia, togliete il supporto di installazione di Windows7 e fate partire il vostro pc normalmente.

Una Risposta to “Ripristinare il bootloader di Windows 7”


I commenti sono chiusi.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.