Folding@Home

In questo post voglio parlarvi di FoldingAtHome, un progetto di cui sono venuto a conoscenza solo oggi ma che secondo me merita attenzione.

Quante volte lasciamo i nostri pc accesi anche quando non ci servono (ad esempio quando ci allontaniamo per una pausa, un pranzo o solo perchè stiamo scaricando qualcosa e ci dispiace interrompere)?

Quanta potenza di calcolo della nostra “fabbrica di byte” stiamo sprecando in quel momento?
Possiamo far in modo che la nostra cpu si renda utile in quei momenti in cui a noi non serve?

Bene, vi consiglio di dare uno sguardo al progetto FoldingAtHome (FaT) promosso dall’Università di Stanford e sponsorizzato da big come Google, Intel, Apple e Dell.

FaT è un progetto scientifico di calcolo distribuito il cui obiettivo è capire come si avvolgono ed aggregano le proteine e come possono insorgere alcune gravi malattie. Per i dettagli scientifici vi rimando al sito di FoldingAtHome perchè non essendo del campo non potrei essere preciso nell’esposizione.

Ecco una frase presente sul sito che vi spiega cosa fa FoldingAtHome:

“Cosa fa Folding@Home? Folding@Home è un progetto computazionale distribuito per lo studio degli avvolgimenti, delle dissociazioni ed aggregazioni delle proteine e delle loro relative incidenze sulle malattie. Usiamo algoritmi computazionali avanzati diffusi su larga scala per simulare comportamenti biochimici delle proteine calcolati su tempi migliaia di volte più estesi di quelli considerati in passato. Questo ci ha consentito di simulare la concatenzazione delle proteine per la prima volta e adesso ci permette di studiare le malattie legate alle mutazioni in questo processo biologico fondamentale.”

Per partecipare al progetto basta scaricare il programma; potete trovare la versione adatta a diversi sistemi operativi: Windows 98, ME, 2000, NT, XP, Linux e MacOS.
Ci sono sia le versioni screensaver (in cui il vostro pc viene utilizzato per il progetto FaT solo quando vi parte lo screensaver) e ci sono le versioni che lavorano costantemente in background, ottimizzate per evitare di rallentare il vostro normale lavoro.

Se installate FoldingAtHome potrete allontanarvi dal vostro pc acceso con la consapevolezza di dare il vostro piccolo aiuto alla scienza anzichè sprecare inutilmente cpu e corrente elettrica.

Pubblicato su Internet & Tech, Scienza. Commenti disabilitati su Folding@Home