Sulle e-mail inviate a destinatari multipli: impariamo a usare il campo CCn (o Bcc)

Alzi la mano chi non ha mai ricevuto una e-mail, generalmente di contenuto spiritoso, inviata contemporaneamente a più persone magari con tutti gli indirizzi email dei destinatari in chiaro

Se c’è una cosa che mi manda in bestia è proprio questa: ricevere una email distribuita a destinatari multipli e vedere che il mio indirizzo privato è stato reso noto a tutti gli altri destinatari.

La cosa ovviamente non disturba quando i destinatari si conoscono fra loro, mentre è fastidiosa quando i destinatari sono estranei gli uni gli altri.

Oltre ad essere un problema di privacy, è un ottima maniera per beccarsi virus:
se uno di questi destinatari infatti è infetto (a sua insaputa) da un worm, il worm pescherà tutti gli indirizzi e-mail che trova nel pc infetto e le e-mail con destinatari multipli sono un’ottima sorgente di indirizzi da infettare!

A nulla valgono le mie incazzature quando chiedo ai miei amici di mettere gli indirizzi dei destinatari multipli in copia nascosta (ovvero nel campo CCn o Bcc che sta per Copia Carbone Nascosta o Blind Carbon Copy).

Il campo CCn o Bcc presente in tutti i client di posta elettronica (anche se in alcuni può essere nascosto di default) e presente anche nelle web-mail, serve proprio a distribuire la stessa e-mail a più destinatari contemporaneamente senza che questi possano venire a conoscenza degli indirizzi degli altri.

In questo modo la privacy è salvaguardata e ci risparmiamo una probabile infezione da worm.

Non tutti i mittenti però usano queste accortezze: pigrizia o ignoranza?

Vi consiglio di dare anche una lettura su Wikipedia nella sezione Visibilità dei destinatari di una e-mail.

Pubblicato su Internet & Tech, Tips. Commenti disabilitati su Sulle e-mail inviate a destinatari multipli: impariamo a usare il campo CCn (o Bcc)