Gmail: come effettuare un backup di tutta la posta ricevuta

Se usate Gmail principalmente tramite browser e lasciate tutta la vostra posta sul server, sfruttando lo spazio messoci gentilmente a disposizione, conviene di tanto in tanto farsi un backup di tutta la posta ricevuta, soprattutto se nella vostra casella ci sono messaggi particolarmente importanti ad esempio contenti password, iscrizione a servizi vari, corrispondenza lavorativa…

Per effettuare il backup possiamo servirci della funzione di accesso POP che consente di utilizzare la nostra casella Gmail con vari client di posta elettronica (Outlook, Outlook Express, Thunderbird, Eudora…).

Per attivare l’accesso POP dovete loggarvi sul sito di Gmail, cliccare la voce Impostazioni (in alto a destra) e selezionare il tab “Inoltro e POP“.

Di default il servizio POP è disattivato. Per abilitarlo ci sono 2 possibilità:
– abilitare il POP per i messaggi che arriveranno da quel momento in poi
– abilitare il POP per tutti i messaggi (anche quelli precedenti)

Se il vostro scopo è quello di fare un backup dovrete selezionare la voce:
Attiva POP per tutti i messaggi (anche i messaggi già scaricati).

E’ importante anche decidere cosa fare della vostra posta una volta che è stata scaricata con accesso POP: assicuratevi che sia selezionata la voce “Archivia copia su Gmail” oppure “Conserva la copia Gmail in Posta in Arrivo”. In questo modo tutta la vostra posta rimarrà su Gmail.

Selezionate e salvate la vostra scelta cliccando su Salva modifiche.

Ora non vi resta che configurare un programma di posta elettronica che servirà a prelevare i vostri messaggi.

Se volete tenere il backup della vostra corrispondenza Gmail su una pendrive usb, allora conviene utilizzare un client di posta di tipo portable, cioè un client che non richiede installazione e che può essere eseguito anche al volo dalla penna usb.

A tal proposito vi segnalo il WinPenPack, una raccolta di software gratutiti molto utili che girano senza installazione, sia dal disco fisso che da un supporto rimovibile come una penna usb.

La versione base di WinPenPack (Winpenpack Flash Essential) contiene X-Thunderbird come client di posta elettronica, che è una versione di Thunderbird adattata per funzionare senza installazione.
Se non volete tutto il Winpenpack potete scaricare anche il solo X-Thunderbird.

Eseguite X-Thunderbird e configuratelo per funzionare con la vostra casella Gmail: le istruzioni per configurare Thunderbird per Gmail (ma anche per altri tipi di client) le trovate sempre nella sezione Inoltro e POP.

Una volta configurato l’account, eseguite lo scaricamento dei messaggi, che potrebbe richiedere molto tempo, specialmente se i messaggi archiviati sono davvero tanti: i vecchi messaggi non vi arriveranno tutti insieme ma arriveranno a lotti (a gruppi di 200-300 per volta).

Ovviamente prima di iniziare lo scaricamento controllate sul sito di Gmail quanto spazio state utilizzando per i vostri messaggi, specialmente se state usando una penna usb per fare il backup.

Terminato il primo backup, tornate sul sito Gmail nella sezione “Inoltro e POP” di Impostazioni, selezionate la voce “Attiva la funzione POP solo per i messaggi che arrivano a partire da adesso” e salvate.

Periodicamente ricordatevi di aggiungere al backup la nuova corrispondenza: basterà rieseguire il client di posta utilizzato la prima volta che determinerà automaticamente quali sono i messaggi non ancora scaricati.

Se nelle vostre email ci sono dati sensibili (ed è molto probabile che sia così se ci tenete a farne un backup), è bene non lasciare in giro la penna su cui si è fatto il backup.: o la si custodisce gelosamente al sicuro oppure conviene utilizzare un programma di crittografia dei volumi come il gratuito TrueCrypt che permette di crittografare dati al volo anche su dispositivi rimovibili come le penne usb.

Una Risposta to “Gmail: come effettuare un backup di tutta la posta ricevuta”

  1. G-mail: Account backuppato? Account violato! « La fabbrica di byte Says:

    […] da sconosciuti per effettuare il backup dei messaggi contenuti nella vostra casella Gmail: tempo fa ho pubblicato un post in cui spiegavo come fare il backup fai-da-te semplicemente servendosi di un client di posta […]


I commenti sono chiusi.