Gmail: impostazioni raccomandate per Imap con ThunderBird

Nell’Help Center di Gmail (Centro Assistenza) ho trovato un’interessante pagina (in inglese, la versione italiana è meno dettagliata) che raccoglie le impostazioni raccomandate per i clienti di posta elettronica più diffusi.

In particolare in questo post ci concentreremo sulle impostazioni relative al client ThunderBird, assumendo che il programma sia stato già configurato per scaricare la posta mediante protocollo Imap.

Supponiamo di possedere un account gmail del tipo username@gmail.com

Apriamo ThunderBird, andiamo su Strumenti Impostazioni account e scegliamo la sezione relativa al nostro account username@gmail.com

Clicchiamo su Impostazioni Server ed assicuriamoci che ci siano le seguenti impostazioni:

Controlla nuovi messaggi all’avvio: selezionato
Controlla nuovi messaggi ogni x minuti: selezionato
Quando si elimina un messaggio: Marcalo eliminato
All’uscita pulisci la posta in arrivo: NON selezionato
Svuota cestino all’uscita: NON selezionato

Spostiamoci adesso nella sezione Cartelle e copie, ed assicuriamoci che ci siano le seguenti impostazioni:

Dopo aver effettuato l’invio, copia automaticamente il messaggio in: NON selezionato.
Se si usa l’smtp di gmail infatti esso provvederà automaticamente a posizionare una copia del messaggio inviato nella cartella Inviati, quindi è inutile che facciamo ripetere l’operazione a ThunderBird (con conseguente perdita di tempo e di spazio).

Nella sezione Bozze e Modelli, Conserva le bozze dei messaggi in: selezioniamo Altra e diamo il seguente percorso [username@gmail.com] – [Gmail] – Bozze

In questo modo la Bozza non sarà salvata solo in locale ma direttamente sul server di Gmail, pronta ad essere richiamata da qualunque postazione vi colleghiate.

Adesso spostiamoci nella sezione Posta Indesiderata e impostiamola in questo modo:

Abilita i controlli incrementali di posta indesiderata per questo account: Selezionato (da notare che l’Help Center di Gmail consiglia di non selezionare questa opzione, tuttavia se non la selezioniamo perderemo la comodità di segnalare un messaggio di spam con un semplice click sulla classica icona a fiammella di ThunderBird).

Sposta i nuovi messaggi di posta indesiderata in Altra e diamo il percorso [username@gmail.com] – [Gmail] – Spam.
In questo modo quando in ThunderBird marcheremo un messaggio come spam (contrassegnato dall’icona della fiammella) esso verrà collocato nella cartella Spam di Gmail, il che equivale a segnalare a Gmail che quel messaggio va considerato come Spam.

Successivamente recatevi sul menù Strumenti – Opzioni – Privacy – Posta Indesiderata e accertatevi che ci siano le seguenti impostazioni:

Un ulteriore suggerimento che viene proposto per arricchire l’esperienza Imap su ThunderBird consiste nel fare una piccola modifica alla configurazione del client.

Andiamo su Strumenti – Opzioni – Avanzate – Editor di configurazione

scriviamo nella casella di filtro browser.cache.memory.capacity, clicchiamo due volte su tale voce e impostiamola al valore 30720 premendo ok.

successivamente scriviamo sempre nella casella filtro mail.server.default.fetch_by_chunks, clicchiamo due volte su questa voce in modo da impostarla su False.

Chiudiamo la finestra about:config e premiamo Ok per chiudere la finestra Opzioni.

Vale poi tutto un insieme di regole generali che potete leggere in italiano qui.

Inoltre qui viene indicato come le azioni eseguite sul client Imap si riflettono sul vostro account Gmail.

Colgo l’occasione per segnalare che ThunderBird in modalità Imap effettua la ricerca di nuova posta solo nella cartella Posta in Arrivo, pertanto se avete creato sul sito di Gmail qualche filtro che effettua l’azione Ignora Posta in arrivo (Skip Inbox in inglese), ThunderBird non vi avviserà di questi nuovi messaggi. La soluzione è in quest’altro post.

Pubblicato su Internet & Tech, Tips. Tag: , , , , , , , . Commenti disabilitati su Gmail: impostazioni raccomandate per Imap con ThunderBird