Come ripristinare Linux Xandros su Asus EeePc 900

In questo post elencherò le operazioni che occorre effettuare per riportare il vostro EeePc allo stato iniziale, riferendomi in particolare al modello 900 con Linux Xandros preinstallato, anche se non escludo che la procedura possa funzionare su altri modelli.

Premessa: avevo deciso di provare Ubuntu al posto di Xandros, ma non ero soddisfatto e volevo tornare indietro. Il problema nasce dal fatto che, la maggior parte delle guide che spiegano come installare Ubuntu su EeePc, consigliano di cancellare tutte le partizioni presenti al momento dell’installazione. Questa mancanza delle partizioni originarie rende problematico il ripristino di Xandros, in quanto avendo cancellato tutte le partizioni abbiamo cancellato anche (senza saperlo!) la partizione di ripristino nascosta, comodissima per effettuare un recovery del sistema in pochi minuti.

Non ci resta quindi che ricorrere al Dvd di ripristino fornito in dotazione con eeePc: se non avete un lettore dvd esterno usb, c’è la possibilità di reinstallare il sistema operativo tramite una pendrive usb (o memoria SD).

Personalmente ho scelto la strada della pendrive Usb che ho preparato seguendo le istruzioni presenti nel manuale utente (si veda la sezione Ripristino del sistema usando l’unità flash usb). Se non trovate più il manuale trovate qui la sezione che vi interessa.
Dato che le memorie SD da 1 o 2 GB costano veramente poco, una buona idea potrebbe essere quella di acquistarne una da dedicare al ripristino di Xandros in modo che, se vi dovesse servire in futuro, possiate ripristinare al volo Xandros inserendo direttamente la memoria SD nel vostro eeePc anzichè ripetere la procedura di preparazione della pendrive usb di ripristino.

Attenzione, la seguente procedura formatta completamente gli SSD del vostro Asus EeePc, quindi perderete tutti i vostri dati. Effettuare un backup dei dati importanti prima di procedere.

Una volta che la chiavetta è pronta, i passi da effettuare sono i seguenti:

– spegnere EeePc;
– scollegare tutte le periferiche usb;
inserire la pendrive (o memoria SD) precedentemente preparata: non so se è stato un caso ma personalmente ho avuto problemi collegando la pendrive sulla porta usb laterale sinistra, mentre sulla destra è filato tutto liscio.
– accendere EeePc e premere ripetutamente F2, affinchè si possa entrare nel Bios;
– nella schermata Advanced del Bios impostare la voce Os Installation su Start;
– premere F10 e confermare le modifiche: EeePc si riavvierà automaticamente;
– durante il riavvio premere ripetutamente ESC, fino a quanto non vi compare il menù di boot tipo questo (dove al posto di xxxxxxx ci sarà il nome della vostra pendrive):

eeeboot

selezionate Usb e confermate le istruzioni presenti a video;
– Quando il ripristino del sistema sarà completato comparirà il messaggio: “Ready… Press ENTER to reboot”. rimuovere l’unità Flash USB e premere invio per riavviare il sistema;
– ricordatevi di tornare nel bios (premendo F2 all’avvio) ed impostare la voce Os Installation su Finished, premete F10 e salvate le modifiche;
– successivamente l’EeePc si avvierà come quando lo avete acceso per la prima volta: presentazione della licenza, impostazione di nome utente e password.

Se un domani doveste aver bisogno di reinstallare Linux Xandros, non ci sarà bisogno di preparare nuovamente la chiavetta usb di ripristino e seguire la procedura suddetta: la procedura di recovery infatti avverrà tramite la partizione di ripristino nascosta (sempre che nel frattempo non l’abbiate nuovamente cancellata per provare qualche altra distribuzione linux) ma tenete presente che anche in questo caso perderete tutti i vostri dati, perciò ricordatevi di effettuare un backup dei dati importanti prima di procedere con il ripristino.

La procedura standard di Recovery è la seguente:

– accendere EeePc e premere ripetutamente F2, affinchè si possa entrare nel Bios;
– nella schermata Advanced del Bios impostare la voce Os Installation su Start;
– premere F10 e confermare le modifiche, EeePc si riavvierà;
– premere subito e ripetutamente F9 finchè non vi compare una schermata simile:

asusf9

Se il suddetto menù non compare, spegnete EeePc, togliete il connettore dell’alimentatore se presente, attendere almeno 5 secondi, ricollegare il connettore e riaccendere EeePc premendo ripetutamente F9.

– selezionare la voce “Restore Factory Settings“: questa voce consente di ripristinare tutto il sistema senza far uso della chiavetta usb, utilizzando una partizione di ripristino nascosta preimpostata in fabbrica;
confermare l’esecuzione del ripristino e attendere l’esecuzione della ricostruzione delle ripartizioni;
– un messaggio vi avviserà del completamento della procedura e vi inviterà a premere invio per riavviare il sistema;
– ricordatevi di tornare nel bios (premendo F2 all’avvio) ed impostare la voce Os Installation su Finished, premete F10 e salvate le modifiche;
– successivamente l’EeePc si avvierà come quando lo avete acceso per la prima volta: presentazione della licenza, impostazione di nome utente e password.

6 Risposte to “Come ripristinare Linux Xandros su Asus EeePc 900”

  1. lafabbricadibyte Says:

    ciao Luca,
    precisamente in quale momento ti da questo errore? subito?
    da quanti giga è la chiavetta che hai usato?
    sei certo che la chiavetta sia venuta bene?

    il mio consiglio è innanzitutto quello di provare un’altra porta usb (a me la porta usb sinistra mi ha dato problemi durante il ripristino);

    l’altro consiglio (estremo) è quello di cancellare TUTTE ma PROPRIO TUTTE le partizioni presenti, compresa quella che si chiama BIOS.

    non so cosa contenga di preciso quella partizione (sul mio eeepc non credo ci fosse). tieni presente che il BIOS vero e proprio è memorizzato in una ROM ossia una memoria di sola lettura, su cui non potresti mai intervenire con una cancellazione di partizioni. L’unico programma in grado di modificare la rom del BIOS è l’utilità di aggiornamento del bios stesso.

    facci sapere.

  2. Luca Says:

    Sono riuscito a trovare un’altra persona che ha appena acquistato lo stesso pc ed ho duplicato su chiavetta usb il DVD di ripristino. Ho seguito la procedura passo-passo indicata e stavolta il messaggio inesoraile è “Missing operation system”. Mi sembra di combattere coi mulini a vento…Grazie per ogni consiglio possibile in merito

  3. Luca Says:

    GRazie della risposta. Il mio disco di ripristino riporta la dicitura DVD di Ripristino Linux Rev. 1.0 e nel rettangolo viola viene riportata la sigla A124. Il mio ASUS è un eeepc 900. Avevo provato a riunire tutte le partizioni, tranne la C: dove c’è il BIOS, ma il problema rimane lo stesso. Forse l’ho fatto troppo tardi…

  4. Luca Says:

    Il mio Asus aveva cinque partizioni (F: G: C: H: I:) e si C: vi era il BIOS. Ho tentato l’installazione di XP Home Ed. su F: che diceva di avere 2353 MB di spazio, tutto libero, ma dal primo tentativo, formattato in NTFS, al momento dell’installazione vera e propria ecco apparire il fatidico “NTLDR mancante”. Non riesco più ad andare nè indietro nè avanti, anche seguendo le istruzioni sopra riportate del “Restore Factory settings” che non sembra esistere sul mio eeepc 900. Il disco di ripristino, inoltre, sembra abbia problemi, perchè nell’unità ottica esterna sembra andare in ridondanza ciclica, mentre, se voglio provare a duplicarlo dal mio desktop, intorno al 90% si blocca e non finisce la lettura. Come posso fare?

    • lafabbricadibyte Says:

      Ciao Luca. L’errore NTLDR mancante si è verificato in quanto non hai cancellato tutte le partizioni pre-esistenti al momento dell’installazione.
      Riprova con il tasto F9 premuto ripetutamente all’avvio. Se non esce il menù di ripristino vuol dire che la partizione di ripristino non c’è o è stata cancellata.
      Se hai deciso di abbandonare l’idea di mettere Windows e vuoi tornare a Xandros dovresti procurarti l’immagine iso di un dvd di ripristino asus. il tuo che modello è precisamente?

  5. giovanni Says:

    un baco: non mi ha funzionato il cercare la flash usb da un pc con sistema operativo in inglese (xp professional). ho dovuto farlo da un pc con sistema operativo in italiano (xp professional).


I commenti sono chiusi.