ProtonMail e il supporto PGP integrato

Nel post precedente abbiamo iniziato a parlare di ProtonMail e dei numerosi vantaggi che esso offre.

Oggi vorrei soffermarmi sul fatto che, grazie al pieno supporto OpenPGP integrato in Protonmail, è possibile ricevere email crittografate provenienti anche da chi non ha una casella Protonmail, semplicemente comunicandogli la chiave pubblica della nostra casella Protonmail.

ProtonMail è attualmente alla versione 3.1.5, e in questa versione, al momento, non c’è la possibilità di esportare la propria chiave pubblica. Tale funzionalità però è presente nella versione 2.1.15, accessibile dal seguente link: https://v2.protonmail.com/login ed è presente alla voce Settings – Security:

protonexportpublic

Come dice il messaggio in figura, la funzione è sperimentale, e si applica solo ai messaggi ricevuti, compatibili con OpenPGP nel formato “in linea”, sebbene abbia potuto sperimentare in prima persona che sia compatibile anche con il PGP di tipo MIME.

Una volta ottenuta la nostra chiave pubblica protonmail, possiamo convidiverla con i nostri contatti abituali, pubblicarla su un keyserver PGP, o persino inserirla nel nostro Profilo di Facebook, per consentire la ricezione di notifiche crittografate da parte di Facebook, piuttosto che delle semplici e-mail in chiaro, che potrebbero trasportare dati sensibili.

Come dice lo stesso articolo sul blog di ProtonMail, questa compatibilità con PGP, va ben oltre le notifiche di Facebook.

The PGP support in ProtonMail 2.1 in fact extends beyond Facebook. Any PGP message sent to a ProtonMail account from any email sender, regardless of whether it is PGP/MIME or inline PGP can now be automatically decrypted. This is one of the great benefits of following open standards and this integration is possible because both ProtonMail and Facebook follow the OpenPGP standard. As this was one of the most highly requested features, we’re glad to be able to finally launch this. In the coming months, we will be extending this feature to also allow automatically sending PGP messages outside of ProtonMail.

Una volta ottenuta e condivisa la nostra chiave pubblica, un mittente che utilizzi OpenPGP, potrà inviarci corrispondenza crittografata anche se ha una casella libero o gmail, utilizzando gli strumenti adatti (ad esempio Thunderbird + Enigmail).

Per noi destinatari su ProtonMail, il processo di decrittazione sarà del tutto trasparente: non c’è nulla da installare!!!

Al momento però non sarà possibile rispondergli direttamente in modo cifrato, in quanto ProtonMail non consente, alla versione attuale, di importare le chiavi pubbliche dei nostri contatti destinatari che abbiano un indirizzo esterno a ProtonMail.

Si tratta comunque di una feature a cui il team di ProtonMail ci sta lavorando, e noi attendiamo fiduciosi…

In ogni caso, ProtonMail, consente di inviare messaggi crittografati anche a chi non ha una casella Protonmail o a chi non è avvezzo all’utilizzo di programmi di crittografia (non possiamo pensare che tutti i nostri destinatari siano dei maniaci della privacy come noi): il destinatario si vedrà recapitare un link che lo rimanderà in un sito da cui sarà possibile decifrare il messaggio solamente se si conosce la password (che deve essere stata preventivamente concordata con il mittente, mediante un altro mezzo trasmissivo).

Per decifrare il messaggio basterà quindi utilizzare un browser, non c’è da installare alcun programma apposito! Questa è una delle caratteristiche chiave di ProtonMail che rende la crittografia alla portata di tutti.

protencnot

Personalmente sono molto soddisfatto del lavoro che sta effettuando il team di Protonmail, al punto che ho sottoscritto la versione Plus e vi ho trasferito il mio dominio di posta, e dando l’addio a Gmail, che in tutti questi anni si è curato troppo degli affar miei…

 

 

 

Pubblicato su Internet & Tech, Privacy, Sicurezza. Tag: , , , , , . Commenti disabilitati su ProtonMail e il supporto PGP integrato

Approvazione degli accessi su Facebook con codici di sicurezza OTP

Per rendere più sicuro il nostro account Facebook, ci viene messa a disposizione la funzione di approvazione degli accessi.

Tale funzione, se attivata, consente di loggarsi sull’account Facebook, solo se si dispone di un codice di sicurezza di 6 cifre monouso (One Time Password), oltre che dei soliti username e password.

Tale codice di sicurezza monouso può essere ottenuto in diversi modi:
ricevuto sul proprio cellulare tramite SMS (va bene un qualunque cellulare preistorico in grado di ricevere gli sms);
generato sul proprio smartphone mediante l’applicazione mobile di Facebook;
generato sul proprio smartphone mediante un’applicazione OTP compatibile con il protocollo OAUTH (come, ad esempio, Google Authenticator);
– è possibile inoltre generare una lista di codici monouso di backup da utilizzare in caso di emergenza (quando non si ha con sè il proprio telefono).

Per attivare la funzione di approvazione degli accessi dovrete:

– loggarvi sul vostro account Facebook e cliccare l’ingranaggio in alto a destra;
– selezionare “Impostazioni account” dal menù a discesa;
– selezionare “Protezione” dal menù a sinistra;
– Individuate la voce “Generatore di codici” e cliccate sul pulsante Modifica

A questo punto dovrete decidere se utilizzare il generatore di codici integrato nell’applicazione di Facebook per smartphone, oppure se utilizzare un generatore di codici di terze parti.

Nel mio caso ho preferito utilizzare la seconda opzione, optando per l’uso di Google Authenticator, che dovrà essere configurato per generare codici per il vostro account Facebook.

Cliccando sul pulsante “Configura” vi sarà presentato un QR Code utile per la configurazione del vostro generatore di codici OTP di terze parti (nel mio caso Google Authenticator);
aprite Google Authenticator sul vostro smartphone, premete il tasto Menù e poi selezionate la voce “configura account” ed in seguito “leggi codice a barre“; inquadrate il codice QR presentato dal sito di Facebook ed il gioco è fatto;
inserite sul sito di Facebook il codice di sicurezza restituito da Google Authenticator e premete conferma;
Ora che il generatore di codici è configurato, non resta altro che attivare la funzione di approvazione degli accessi;

Tornate nelle impostazioni di Facebook, alla voce Protezione, ed individuate il rigo “approvazione degli accessi” premendo il tasto Modifica.

Attivando la funzione, vi sarà chiesto di inserire il vostro numero di cellulare, utile per ricevere il primo codice di sicurezza, necessario per attivare la funzione.
Una volta confermato il codice ottenuto via sms la funzione sarà attiva.

Da quel momento in poi, ogni volta che cercherete di entrare nel vostro account facebook, da un browser non riconosciuto, vi sarà chiesto di inserire il codice di sicurezza, che potrete ottenere nei modi che ho già indicato (sms, applicazione fb oppure OTP di terze parti, oppure da lista di sicurezza).

Facebook: come nascondere i post pubblicati sulla vostra bacheca dagli amici

Nelle impostazioni sulla privacy c’è un opzione che vi potrebbe interessare, anche se non funziona esattamente come piacerebbe a me (e probabilmente anche a voi).

Nel vostro account di facebook andate in alto a destra su AccountImpostazioni sulla privacy.

Scegliete la voce “Connessioni da parte tua“. Vi comparirà una finestra di questo tipo (visti i frequenti aggiornamenti recenti di facebook è probabile che questa schermata diventi vecchia in poco tempo).

In questa schermata sembra esserci la voce (l’ultima) che fa al caso nostro:
“Chi può vedere i post in bacheca pubblicati da altri sul tuo profilo?”

Se la impostate su “Solo io” nessuno dei vostri amici sarà più in grado di vedere cosa è stato pubblicato in passato dagli amici sulla vostra bacheca.

Sembra perfetto, putroppo c’è un inconveniente: impostando quella voce su Solo io, da quel momento in poi nessuno dei vostri amici potrà più scrivere sulla vostra bacheca, nemmeno se la voce “Chi può pubblicare sulla mia bacheca” è impostata su “Amici“. Può sembrare un bug, in realtà è una cosa voluta da facebook. Se la cosa per voi non è un problema avete finito qui.

In alternativa potete trovare una via di mezzo: potete dare la possibilità ad un piccolo gruppo di amici di poter scrivere sulla vostra bacheca (e quindi automaticamente di vedere cosa hanno pubblicato gli altri amici).
Per far ciò anzichè selezionare “Solo io” selezionate la lista “Amici più stretti” oppure la voce “Personalizzata“.
In tal caso nella schermata seguente inserite i nomi delle liste o degli amici che volete abilitare per la scrittura in bacheca.

Pubblicato su facebook, Privacy, Tips. Tag: , , , . Commenti disabilitati su Facebook: come nascondere i post pubblicati sulla vostra bacheca dagli amici

Eliminare le attività recenti di Facebook: ora si può di nuovo.

Finalmente Facebook ha reintrodotto la possibilità di nascondere le attività recenti dalla propria bacheca. Ecco come fare:

– loggatevi su Facebook e cliccate su Profilo in alto a destra;
– individuate il tipo di attività recenti che non volete mostrare agli amici (ad esempio: Tizio ha stretto amicizia con Caio);

cliccate sulla x presente alla fine della riga e scegliete “Nascondi tutte le informazioni relative a …”;
– vi comparirà una schermata di questo tipo:

– cliccate su Nascondi Tutto e avete finito; dovrete ripetere l’operazione per tutti i tipi di attività che non volete mostrare agli amici (notizie relative ai commenti, notizie relative alle domande, cose che vi piacciono…).

– se invece non vi compare la finestra Nascondi Tutto probabimente il vostro account non è stato ancora aggiornato con questa nuova funzione: attendete qualche giorno (come è successo a me).

Fatto questo tutte le attività di quel tipo verranno nascoste alla vostra vista e a quella dei vostri amici, ma non vengono eliminate del tutto, infatti c’è anche la possibilità di ripristinarle.

Se un domani cambiate idea e volete nuovamente mostrare a tutti con chi avete stretto amicizia potete ripristinare la funzione.

Andate sempre sulla pagina del vostro profilo, scorretela fino in fondo ed inviduate la voce Modifica opzioni. Vi comparirà una finestra di questo tipo da cui potrete decidere cosa ripristinare:

Speriamo che quelli di fb non cambino di nuovo idea su questa utilissima funzione.

Pubblicato su facebook, Tips. Tag: . 1 Comment »

3 inviti per il nuovo Facebook Messages

Se volete provare in anteprima il nuovo sistema di messaggistica di Facebook, ci sono due modi:
– richiedere un invito direttamente a Facebook da questa pagina (dovete prima effettuare il login su facebook e poi cliccare il tasto “Richiedi un invito” in basso): io ho fatto così, ma ho dovuto aspettare quasi un mese;
– ricevere un invito da un amico che ha già aderito al nuovo sistema di messaggistica (dovrebbe essere attualmente la strada più veloce, ma non conosco la tempistica).

L’adesione alla nuova messaggeria vi consentirà, tra le altre cose, di attivare una casella email personale del tipo:
vostronomeutentefb @ facebook.com

Il vostro nome utente su facebook, se non l’avete già scelto, potete impostarlo da qui (sempre dopo esservi loggati).
A cosa serve il nome utente?
– ad effettuare il login su fb tramite il nome utente piuttosto che con l’indirizzo email con cui vi siete registrati su fb;
– ad avere un indirizzo del vs profilo del tipo: http://www.facebook.com/vostronomeutente piuttosto che un indirizzo difficile da ricordare del tipo: http://www.facebook.com/0123456789
– ad avere una casella email del tipo vostronomeutente@facebook.com, qualora il vostro profilo sia stato abilitato al nuovo sistema di messaggistica.

Per ricevere gratuitamente un invito dovrete semplicemente commentare questo post scrivendo il link del vostro profilo fb. Successivamente vi chiederò l’amicizia, vi manderò l’invito, vi toglierò l’amicizia (non me ne vogliate) e cancellerò dai commenti di questo post l’indirizzo del vs profilo. Gli inviti sono solo 3 e se li aggiudicheranno solo i più veloci a commentare. 🙂

EDIT: INVITI DISPONIBILI GIA’ TERMINATI (h16.00)

EDIT2: a quanto pare i tempi sono lunghi anche se si viene invitati dagli amici… 😦

Pubblicato su facebook. Tag: , , . 7 Comments »

Come buzzare su facebook: integrazione facebook-google buzz

Se sei un utente Google Buzz e ti piacerebbe che i tuoi Buzz fossero pubblicati anche sul tuo profilo Facebook, questa è la guida che fa per te.

Poichè Google Buzz non prevede questa funzione in modo nativo, occorre arrangiarsi attraverso lo strumento Note di Facebook.

I nostri buzz pubblici hanno un feed rss collocato ad un indirizzo di questo tipo:

http://buzz.googleapis.com/feeds/NOSTROUSERNAMEGOOGLE/public/posted

Fatto questo, apriamo il nostro profilo Facebook su questo indirizzo:

http://www.facebook.com/editnotes.php?import

e compiliamo la schermata in questo modo:

Fatto questo Facebook d’ora in poi importerà automaticamente sul vostro profilo i vostri nuovi buzz.

L’unico svantaggio di questo metodo è che l’aggiornamento dei buzz sul vostro profilo facebook  non è in tempo reale.

Concludo aggiungendo che su Facebook ci sono delle applicazioni non ufficiali per importare i buzz sul proprio profilo: proprio perchè non sono ufficiali io non mi fido affatto e preferisco questo metodo 🙂

Pubblicato su facebook, Internet & Tech, Tips. Tag: , , , , . Commenti disabilitati su Come buzzare su facebook: integrazione facebook-google buzz

Fb: L’amico del giorno

Per bloccare questa ennesima cavolata che gira in questi giorni su Facebook, ed evitare di essere pubblicati sulla bacheca di qualche vostro amico (ovviamente senza preavviso e consenso) in qualità di “amico del giorno”, andate qui e selezionate “Blocca l’applicazione”.

Pubblicato su facebook, Privacy. Tag: , , . Commenti disabilitati su Fb: L’amico del giorno